Mercato immobiliare: la crescita di Immobiliovunque e delle compravendite

mercato immobiliare

Il mercato immobiliare italiano si può dire in crescita. Lo dimostra, in generale, l’incremento delle compravendite che testimoniano soprattutto quanto a poco a poco il mercato si sia ripreso, anche per quanto riguarda i prezzi che vengono proposti dai venditori ai potenziali acquirenti. Lo dicono gli ultimi dati che analizzano l’andamento negli ultimi dieci anni. In particolare i dati che vanno dal 2014 ad oggi appaiono piuttosto positivi e fanno ben sperare per l’intero settore. Immobiliovunque si inserisce in questo trend positivo.

Cosa indicano i dati dal 2007 al 2013

Immobiliovunque si propone come uno dei più importanti attori nel settore immobiliare degli ultimi anni, un settore che sicuramente per il futuro è destinato a crescere, nonostante non siano poche le difficoltà che si sono incontrate negli anni precedenti.

I dati degli esperti confermano che a partire dal 2007 si è avuto un primo fermo per il credito ipotecario rivolto alle famiglie che intendevano acquistare una casa. Tra il 2008 e il 2009 l’andamento prosegue secondo questo indirizzo e aumenta l’offerta sul mercato.

Un effetto di stabilizzazione si ha soltanto intorno al 2010, perché i governi di quel periodo pensano a particolari provvedimenti per favorire l’erogazione dei mutui e per fare in modo che le famiglie possano accedere più facilmente e più rapidamente ai finanziamenti per l’acquisto di un’abitazione.

D’altronde proprio in quel periodo l’aumento della domanda si riscontra in maniera notevole. Gli anni che seguono non vedono grandi cambiamenti, perché a partire dal 2012 cominciano a registrarsi andamenti negativi, visto che i prezzi si contraggono e si hanno dei veri e propri cali.

Le cause di questo fenomeno sono soprattutto da rintracciare nella mancanza di fiducia da parte dei consumatori, determinata dalla disoccupazione.

I dati dal 2014

Il 2014 segna una svolta molto importante per il mercato immobiliare italiano. Da parte della Banca Centrale Europea vi è la volontà di immettere liquidità sui mercati. La domanda delle famiglie per avere l’accesso ad un mutuo comincia a diventare sempre più forte e questo fa ripartire anche i mutui concessi dagli istituti di credito.

Nel 2015 si riscontrano segnali molto positivi sui passaggi di proprietà e quindi anche sulle compravendite. Il mercato appare in una nuova fase, visto che i tempi di vendita cominciano a diventare più brevi.

Nel 2016 si ha una ripresa notevole, visto che i dati relativi alle compravendite segnano un aumento pari a più del 18%. Anche i prezzi cominciano a stabilizzarsi. Nel 2017 il mercato immobiliare italiano sembra aver preso la strada giusta per superare definitivamente la crisi che lo ha interessato negli anni precedenti.

Anche il 2018 conferma a fine anno un dato importante con le compravendite in aumento, arrivando a circa 580.000 transazioni. Di conseguenza possiamo ben sperare che il trend positivo continui nel futuro, riuscendo a dare nuova fiducia e facilitando sempre di più l’accesso ai crediti da parte delle famiglie che sono intenzionate soprattutto all’acquisto della prima casa, uno dei settori più floridi del mercato immobiliare nel nostro Paese.

Be the first to comment on "Mercato immobiliare: la crescita di Immobiliovunque e delle compravendite"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*