Analisi sito web, come migliorare visite e posizionamento sui motori

Analisi sito web

Se un sito, anche se è ben curato ed aggiornato, e con una bella grafica, fa giornalmente pochi accessi, un motivo ci sarà! Questo succede quando la struttura del portale, anche a livello di codice, ed i contenuti, pur essendo indicizzati sui principali motori di ricerca, da Google a Yahoo!, e passando per Bing, non hanno una visibilità tale da poter essere trovati facilmente da parte di chi naviga in Rete. 

La search engine optimization per migliorare lo stato di salute di un sito

In altre parole il sito ed i contenuti non godono di un ottimo posizionamento, ragion per cui, facendo leva su strumenti e tools SEO, come quelli consigliati da j factor, sarà necessario intervenire non solo in maniera tempestiva, ma anche efficace. Per farlo, e per chi della search engine optimization è un esperto, sul web esistono tanti strumenti e tanti software gratuiti che possono permettere di migliorare, e di molto, lo stato di salute di un sito. 

Si tratta, nello specifico, di strumenti di monitoraggio e di analisi che, per esempio, permettono di testare la risposta al server delle singole pagine web del sito da ottimizzare, di verificare la pertinenza delle keywords rispetto ai contenuti del portale, di controllare se ci sono dei contenuti duplicati e, tra l’altro, anche di verificare se il sito è correttamente strutturato per l’accesso multi-dispositivo. In quest’ultimo caso si tratta di verificare se il sito è navigabile in maniera fluida non solo collegandosi con il PC, ma anche con i dispositivi mobili come smartphone e tablet. 

Come risolvere i problemi di posizionamento

In questo modo, dopo aver effettuato tutti i controlli del caso, sarà più semplice comprendere se davvero il sito abbia tutte le carte in regola per essere prima indicizzato, e poi ben posizionato, oppure ci sono degli errori, delle criticità e dei problemi che, anche gravi, devono essere risolti altrimenti si rimarrà nella condizione per cui il portale non andrà oltre una manciata di accessi giornalieri. 

I problemi maggiori in genere si presentano non solo quando il sito da poco è stato messo online, e quindi servono delle azioni e dei correttivi tali da renderlo ben posizionabile su Google rispetto ai competitor, ma anche quando il portale da tanto, troppo tempo non è stato ben curato. In questi casi non bastano pochi interventi per risolvere la situazione specie se il proprietario del sito non decide di rivolgersi ad un team di esperti come quelli con cui è possibile interfacciarsi rivolgendosi ad una primaria web agency. 

Posizionamento di un sito di e-commerce rispetto alla concorrenza

Per le situazioni e per le problematiche più complesse legate al posizionamento di un sito, infatti, l’uso di strumenti e di tools SEO, magari gratuiti, spesso da solo non basta specie se si adottano soluzioni fai da te per risparmiare sulla consulenza. Basti pensare, per esempio, ad un sito web che non è ben posizionato e che vorrebbe vendere online beni e/o servizi attraverso una piattaforma di e-commerce. E’ chiaro che, se il sito rispetto alla concorrenza non è ben posizionato sulle parole chiave più attinenti al business, sarà praticamente impossibile ottenere un livello delle vendite, e quindi dei ricavi, tali da poter generare a regime dei profitti. 

Be the first to comment on "Analisi sito web, come migliorare visite e posizionamento sui motori"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*